Scuola Famiglia amica e solidale

Scuola famiglia amica e solidale
Notizia pubblicata Martedi 04 Gennaio 2011
  Stampa Ti piace
1759
Non ti piace
1733

Scuola Famiglia amica e solidale

l Primo Anno
FORMARE ANIMATORI DI GRUPPI DI FAMIGLIE AMICHE E SOLIDALI
La finalità della scuola è quella di fornire competenze per l’animazione di gruppi di famiglie e per la costituzione di associazioni/cooperative di famiglie.
Il percorso formativo integra opportunamente lezioni e discussioni in aula con laboratori progettuali. Questi ultimi dovranno aiutare a definire i passi essenziali per tradurre in pratica gli insegnamenti ricevuti, con l’aiuto di tutor esperti.

Gli Anni Successivi
SOSTEGNO PER L’AVVIO DELLE INIZIATIVE SUL TERRITORIO
Negli anni successivi non sono previsti lezioni o laboratori. L’esperienza ci ha invece insegnato che è indispensabile da parte degli insegnanti e dei tutor della scuola un’attività di supporto e di consulenza nelle varie realtà. Lo scopo è di aiutare a nascere e a consolidarsi le esperienze di Gruppi di Famiglie Amiche e/o di Associazioni o Cooperative di Solidarietà Familiare, progettati nella Scuola.

SEDE DELLE LEZIONI E DEI LABORATORI:

PONTIFICIO SEMINARIO ROMANO MAGGIORE PIAZZA S. GIOVANNI IN LATERANO, 4 – ROMA.

IL SEMINARIO È DOTATO DI PARCHEGGIO INTERNO

GIORNO E ORARIO DELLE LEZIONI:

OGNI LUNEDÌ DALLE ORE 20.00 ALLE 22.00, DA GENNAIO A MARZO 2011 .

Lezioni
La Missione Profetica degli Sposi: Per costruire la Chiesa-Comunione. Don Gianfranco Basti
La Missione Pastorale degli Sposi. Responsabili nella Comunità. Don Gianfranco Basti
La Missione Sacerdotale degli Sposi. Santificare il Quotidiano. Don Gianfranco Basti.
Associazionismo e Cooperative. Nuove Azioni Pastorali. Antonio Zappi Laboratori
Dal Gruppo delle Famiglie, alla Cooperativa di Solidarietà Familiare, al Consorzio delle Cooperative “Famiglie Solidali”. Lanfranco Vari
I Bisogni delle Famiglie: strumenti per una rilevazione efficace
L’individuazione e il coinvolgimento delle risorse umane disponibili
Progettazione I: Definizione dei campi d’intervento in base ai bisogni e alle risorse
Progettazione II: prima stesura di un progetto.

Incontro finale: Incontro con le Altre Coop di Solidarietà Familiare, Presentazione dei Progetti e Pianificazione degli Interventi di Sostegno e Collaborazione per l’Avvio delle Iniziative Intraprese.

I Laboratori Progettuali della nostra Scuola saranno guidati da esperti delle ACLI (tutor), coordinati dalla Dott.ssa Lidia Borzì, Presidente Regionale del Lazio.

GIORNO E ORARIO DEI LABORATORI:

OGNI MERCOLEDÌ DALLE ORE 20.00 ALLE 22.00, fino a marzo 2011.

Allegati Notizia